RS Bozen Jenesien Herbst Weinreben
RS Bozen Jenesien Herbst Weinreben

Clima e terreno

Il clima e il terreno condizionano fortemente - come in tutte le regioni vinicole del mondo - il tipico carattere del vino.

Anche in Alto Adige, il paesaggio e le condizioni climatiche caratterizzano le particolarità del vino. La coltivazione dell’uva si limita, viste le condizioni meteorologiche, soprattutto ai pendii soleggiati della Valle dell’Adige e la Valle Isarco tra Silandro e Salorno, e tra Bolzano e Bressanone. Il cuore della regione vinicola si trova nella parte meridionale dell’Alto Adige, attorno al Lago di Caldaro, con le sue dolci colline e le numerose ore di sole.

La tradizionale coltivazione della vite su una pergola permette di sfruttare al massimo le ore di sole e le temperature calde, e conferisce al paesaggio il suo tipico e suggestivo aspetto. Grazie alle favorevoli condizioni climatiche, la vite riesce a svilupparsi e crescere nel sud dell’Alto Adige ad altitudini che variano tra i 200 m (Salorno) e i 1.000 m s.l.m. (Favogna): i risultati migliori si ottengono tra i 200 e i 500 m di altitudine, sui pendii rivolti verso sud, sud-ovest e sud-est.

Al riguardo, l’Alto Adige offre anche qualche record: presso Castel Katzenzungen, situato sull’altipiano di Tesimo-Prissiano nel meranese, cresce il vitigno più grande d’Europa. Dalla vite “Versoaln”, le cui fronde coprono una superficie di ben 300 m², viene prodotto ancora oggi il raro vino Versoaln. Nella Bassa Atesina invece, a Magrè lungo la Strada del Vino dell’Alto Adige, si trova la Vite Centenaria, piantata nel lontano 1601.

Suggerisci una modifica/correzione

La nostra redazione è sempre impegnata per garantire la massima qualità ed accuratezza delle informazioni che pubblichiamo. Se hai suggerimenti per migliorare questa pagina puoi inviarceli utilizzando il modulo qui sotto. Grazie in anticipo!

Chiudere

Alloggi consigliati

Suggerimenti ed ulteriori informazioni